Sottoscrivi Rss feed di Sentitovivere Aggiungi Sentitovivere al Social Network Scarica come PDF i primi 10 post di Sentitovivere Versione mobile di Sentitovivere
2007-11-10

Non so fare un tubo (men che meno una sfumatura alta)

Chissà se i barbieri catalogano i loro clienti. In base ai gusti, ai comportamenti. Io, per esempio, sono uno di quelli che s’immergono nei propri pensieri e devono quasi svegliarlo alla maniera di Giucas Casella con le sue cavie, per fargli presente che l'opera è finita. Chissà se passo per uno presuntuoso, chiuso, che concede poca confidenza. Spero di no. Ma il barbiere dovrebbe sapere che la sua bottega è uno dei luoghi eletti per la riflessione, mentre calde mani si prendono cura del tuo pelo.
Ebbene, stasera dal barbiere ho avuto un'illuminazione "apocalittica", attraverso una domanda che tutti dovrebbero farsi: ma io, di concreto, che so fare? In pratica, se dovesse capitare uno shock tecnologico-energetico, una guerra, una qualsiasi catastrofe che ci (ri)portasse ad una condizione tipo Italia del '43, io come sbarcherei il lunario? Il mio barbiere, riflettevo, se la caverebbe più di me. Qualcuno cui fare la barba, un taglio rasato, una spulciatura, ci sarebbe sempre. Ma io? Non certo il mondo avrebbe bisogno di pubblicità, mio pane quotidiano al corrente anno. Non saprei aggiustare motori, o tubi, vestiti o scarpe. Né fare il pane. Men che meno lavori di possanza fisica. Conoscenze agricole, zero. Prostituirmi macché. Persino un clown, un attore d'avanspettacolo, sarebbe più utile di me...
Unica cosa, potrei fare il ladro. Il borseggiatore, il truffatore, niente cose violente o armate, almeno credo. Mi salverebbe, insomma, il cervello. Ma temo, non basterebbe. Ci penserò, dovrò studiare il mio passaggio da un'economia di pace ad una di guerra, mi ripropongo, mentre pago il barbiere con 12 euro e un'occhiata sbieca e rancorosa.

2 commenti:

ex abitante del presepe ha detto...

allora da oggi in poi ti chiamerò Lupin IV

Luigi Viscido ha detto...

Maròòò...ma non dirlo al commissario Zenigata!

Posta un commento