Sottoscrivi Rss feed di Sentitovivere Aggiungi Sentitovivere al Social Network Scarica come PDF i primi 10 post di Sentitovivere Versione mobile di Sentitovivere
2007-11-19

La lama fredda della fame

Capita a volte di guardare in tv un show o un videoclip, perlopiù incentrati sulla star che canta e balla in mezzo ad un gruppo di ballerine e ballerini, e chiedersi: ma perché ha avuto successo lei, e non, per esempio, quella della terza fila a destra, che è molto più bella, balla molto meglio e probabilmente canta anche meglio (diciamocelo, di insostituibili Callas in giro non ce ne sono). Ovviamente il discorso si può fare anche con artisti maschi. Ma con le donne mi sembra risalti di più, non so. Ad ogni modo, il punto del discorso non cambia: cosa fa sì che tra due artiste capita abbia successo la meno dotata, mentre la più dotata delle due arranca a fare comparsate?
L’unica risposta che mi so dare, esclusa la fortuna in cui pure credo, è l’ “intelligenza della volontà”. Dicendo meglio, l’intelligenza che si fa strumento dell’ambizione. Già me la vedo, la più dotata, magari preferire di seguire il ragazzo per un suo viaggio di lavoro a Detroit, piuttosto che fare quel provino dove la meno dotata (ma gran faccia tosta) sarà notata. Come pure, la meno dotata accetta di fare da cameriera in quel locale dove si incontrano pezzi grossi, mentre la più dotata non si ritiene alla “bassezza”, lavorando già come cantante in un decente pub-karaoke. E tanti altri esempi si potrebbero fare. Dunque esclusa la fortuna, quello che non si può vedere mentre si guarda in tv uno show o un videoclip con una star meno bella e brava della tipa in terza fila è ciò che non si può mostrare col bel visino, cantando e ballando: la lama fredda della fame.

2 commenti:

ex abitante del presepe ha detto...

'A Luì,ma tu ti senti più in terza fila o in quindicesima?

Luigi Viscido ha detto...

Quindi escludi a priori che io possa essere la star?! :)
Se devo avere "parte in commedia", preferisco essere quello che nel pubblico fa ciao con la manina...

Posta un commento