Sottoscrivi Rss feed di Sentitovivere Aggiungi Sentitovivere al Social Network Scarica come PDF i primi 10 post di Sentitovivere Versione mobile di Sentitovivere
2008-11-19

L'ultima volta che parlo del Pd, prometto!

Su Facebook mi è capitato di essere bonariamente rimproverato di "divertirmi" con le mie punture di spillo verso il Pd. Riporto in basso la mia risposta, che un pò chiarisce, innanzitutto a me stesso, i miei pensieri verso il Partito Democratico.

Non è che mi sto divertendo, è che è il PD ad essere divertente.
Ha 10 posizioni su tutto, ha 11 leader, e nessun senso di appartenenza comune. Eleggono un leader "salvatore della Patria" e il giorno dopo iniziano a rosicchiargli la poltrona, ovunque: nelle segrete stanze, sui giornali, in tv, fra poco iniziano a scrivere "Veltroni è fesso" anche nei bagni degli autogrill.
C'è un congresso nel 2009? Bene, ora tutti muti e zitti, un pò di sano centralismo democratico. Nel congresso del 2009 sarà scorticato vivo se avrà fallito, ma basta con Latorre che passa i bigliettini a Bocchino...
Il dramma è tutto qui: il maggiore partito dell'opposizione, la seconda gamba della democrazia, è un partito multicefalo che non produce pensiero. Ci sono cioè tante, troppe teste, che non riescono a produrre una linea condivisa su niente. Qual è la posizione del PD sulle riforme istituzionali? Boh. E la linea sulla crisi economica? Boh. Cosa pensa il Pd sui diritti civili e sulla bioetica? Boh.

Anzi, un altro dramma c'è: le ragioni dell'anti-berlusconismo, in tante cose sacrosante a partire dal conflitto d'interessi e dalle leggi ad personam, sono rappresentate da un Di Pietro non meno populista di Berlusconi, che ormai va a ruota libera in una escalation verbale di cui non si vede fine (ma prima o poi arriverà a paragonare qualche stronzata partitocratica italiana all'Olocausto, quanto ci scommetti?). Io non mi ci ritrovo in uno che straparla di dittature. E poi, ci rifila un apparatnik di partito come Orlando per la Vigilanza...jaaaaa.

Dunque, in questa algebra dei drammi del centrosinistra, mi ritrovo a non riconoscermi in nessun partito, sono apolide. Vorrei un partito che elegge un leader e gli dà modo di dirigere, dentro a meccanismi certi di ricambio: è così difficile fare come in altri Paesi dove chi perde le elezioni si dimette e va a casa?
Vorrei un partito laico in fatto di diritti civili (si alle staminali, difesa del diritto di scelta in fatto di aborto, si alla contraccezione, alla pillola del giorno dopo e alla RU486, si al testamento biologico).
Vorrei un partito che parlasse di anti-proibizionismo quando parla di lotta alla mafia, di decrescita quando parla di economia (altro che crescita crescita rescita: a che serve far aumentare la torta se le fette le decidono sempre i soliti noti?).
Vorrei un partito che delinea una nuova architettura dello Stato e non la cambia per i prossimi 5 non dico anni ma mesi.
Infine, vorrei un partito che non avesse vergogna a proclamare le sue ragioni, senza paura di apparire antico o massimalista o comunista o che. Mi viene in mente il paradosso contenuto in Siracide: "Il ricco commette ingiustizia e per di più grida forte, il povero riceve ingiustizia e per di più deve scusarsi" (13,3).

In ogni caso, difficilmente dirò più la mia sul PD. Se non altro per lo snobistico vezzo di tirarmi fuori dallo sport di massa del Tiro al Pd che ormai sembra essere lo sport nazionale italiano...

5 commenti:

aquilar3mota ha detto...

... vorresti un partito che pare non possa esistere in Italia ... vorresti una "serietà" che sembra non rientri nella comune definizione di politica, o quantomeno, in quella che vorrebbero farci credere che esista ... atteggiamento assolutamente condivisibile, e, ti dirò di più, indipendentemente dalle scelte di schieramento, assolutamente giusto e sacrosanto ... del resto è un pò il desiderio di tutti quelli che hanno ancora un minimo di materia grigia ... una cosa sola mi chiedo, se dovessimo davvero, un giorno, avere questo cambiamento tanto agognato, sapremmo riconoscerlo, apprezzarlo, sfruttarlo come un'occasione ?!?!? tu cosa dici ?

Anonimo ha detto...

Di Obama c'è ne uno,tutti gli altri son nessuno!(poli)

Luigi Viscido ha detto...

Ehhhh...l'elezione di Obama ci ha giocato brutti scherzi. Un tempo si usava dire, per paradossom cose tipo: "E' più facile che una donna diventi Papa che..." Ecco, è più facile che un nero diventi presidente degli Stati Uniti che la politica in Italia perda i suoi eterni vizi.

Alfonso ha detto...

Luigi, pochi mesi fa ti avevo proposto di inseguire altri lidi e tu che mi dicevi "no, dobbiamo stare nel pd...". Adesso noi eravamo qui a parlare dello 0.5 ovvero dello 0.6, eravamo davanti alle fabbriche a discutere delle ragioni dei lavoratori. Ben ti sta! Tu stai nello stesso partito della Binetti! GIGGGIIIIII e nello stesso partito di Luca Lascaleia che stamattina commentava: "ma fo, la pillola del giorno dopo aver fatto cosa?". Giggì lascia sta" Prendiamoci i comunisti italiani. "A cummannamm sul nui"

Luigi Viscido ha detto...

Eh, la comandiamo solo noi perchè io e te saremmo gli unici elettori...già le idee dei comunisti italiani sono quel che sono, poi ci si metterebbe anche un ceto politico impresentabile (cioè io e te...). Saremmo il colpo di grazia! :)

Il guaio è che mi ritrovo in tante cose che dicono i socialisti, ma non mi ritrovo nella glorificazione di Craxi e sono rimasti un pò allergici alla questione morale.

Mi ritrovo nelle idee laiche dei radicali, ma hanno una concezione economica iperliberista che mi repelle.

Mi ritrovo in molti temi dei verdi, ma poi arrivano ad estremizzazioni secondo cui è meglio non muovere niente perché tutto peggiorerebbe le cose.

Mi ritrovo nei tentativi della sinistra radicale di andare oltre il turbocapitalismo ma poi le ricette che vengono elaborate non vanno più lontano di una statalizzazione dell'universo.

A questo punto, delusione per delusione, cinismo per cinismo, ti propongo: raggiungiamo i tanti compagni delusi che stanno a destra, i "veri" socialisti! Loro almeno la sera si divertono...e se una sera portiamo con noi Luca, poi diventa il portaborse di Brunetta... :)

Posta un commento