Sottoscrivi Rss feed di Sentitovivere Aggiungi Sentitovivere al Social Network Scarica come PDF i primi 10 post di Sentitovivere Versione mobile di Sentitovivere
2008-10-25

L'Onda studentesca per le strade di Battipaglia




Eccoli, per le strade di Battipaglia di primo mattino, gli studenti che manifestano contro la Gelmini, nelle foto scattate a volo col telefonino. Sono tanti, molti di loro alla prima esperienza, e perlopiù hanno un approccio ultrà: fumogeni e cori non proprio argomentativi, del tipo: "Gelmini vaffanculo". Che poi in un corteo numeroso non manchino i fannulloni di turno, come direbbe Brunetta è assodato...sentito con le mie orecchie: "Ma chi è Gelmini?" "E' quello della riforma".
In ogni caso, bello vedere giovani che manifestano per cose concrete e importanti, e non per la Roma o il Napoli. Verrebbe da dire: finalmente.

5 commenti:

Massimo ha detto...

Io ero in mezzo alla folla!

Bruno ha detto...

Eccolo! è lui! Quello che si chiedeva chi fosse Gelmini, oppure quello che ha risposto "quello della riforma". Massimo dì la verità hai cercato su Google il motivo dello sciopero e sei capitato in questo blog eh? :)
Scherzo!! Parlo io che ho fatto 2 anni di occupazione e ancora ne ignoro i motivi... :))

Luigi Viscido ha detto...

Ammiro Bruno per la sua capacità di scherzare su un tema che pure è stato devastante per lui. Dovete sapere che a Bruno hanno occupato la scuola da piccolo e solo due anni fa ha imparato a leggere e scrivere, compagno di banco di Del Piero al Cepu... :)

A Massimo, continua così...sia a manifestare che a leggere il blog! :)

Gaetano ha detto...

Sul manifestano per cose concrete sono un attimo interdetto...associare le frasi
"Ma chi è Gelmini?" "E' quello della riforma"
al manifestare per cose concrete mi riesce un pò difficile...diciamoci la verità ai tempi scolastici almeno un buon 80§% manifesta per saltare giorni di scuola, le motivazioni sono davvero il minimo e a volte non è detto che ci siano...ben vengano manifestazioni in cui si sia coscienti dei prb ma non credo che ce ne siamo molti di studenti in questa condizione...ora come "ai nostri" tempi...

Luigi Viscido ha detto...

Beh, gli informati sono sempre stati una minoranza, che trascina una maggioranza, e questo meccanismo non pregiudica la validità o meno delle ragioni. Sono le cosiddette avanguardie (artistiche, politiche, militari, ecc ecc).
E in ogni caso, ciò non vale solo per gli studenti. Vale anche per chi va a votare un partito (tutti davvero conoscono i programmi?), vale per chi va a comprare un prodotto (tutti davvero conoscono le qualità?), e vale anche per chi si sposa (tutti davvero conoscono i difetti?)... :)

Posta un commento